Mesagne

Mesagne - Uno scorcio
Mesagne - Uno scorcio


Mesagne (Misciàgni in dialetto brindisino) è un comune italiano di 27.624 abitanti della provincia di Brindisi.

È situata lungo la via Appia Antica, 10 km a ovest del capoluogo provinciale. Fa parte dell'Associazione Rete Italiana Città Sane - OMS ed è, con le sue 22 frazioni, fra le città più popolose ed estese del Salento.

Frazioni: Torretta, Capece, Muro Tenente, Chiancaro, Cavallino, Pignatella, Corti vecchie, Santo Stefano, Gioia, Muri, Castellana, Tobiano, Cerrito, Canali, Palmitella, Laviano, Vergine, Cavaliere, Caracciolo, Maria delle Grazie, Annunziata, Verardi.

 

Territorio

Posizione del comune di Mesagne nella provincia di Brindisi
Posizione del comune di Mesagne nella provincia di Brindisi

Il comune di Mesagne è situato nella pianura salentina e dista 10,5 km da Brindisi, 40 da Lecce, 58 da Taranto e 124 da Bari.

Il territorio comunale è pianeggiante, anche se il centro storico è costruito su di una collinetta. Si trova nell'entroterra, ed è abbastanza vicina sia al mare Adriatico, nel territorio brindisino (circa 13 km), sia al mar Ionio (poco più di 30 km).

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Il toponimo di Mesagne, secondo molti storici, significa “terra di mezzo”. Il paese si trova infatti fra le due importanti città di Brindisi ed Oria, in un luogo considerato geograficamente strategico. I dati archeologici hanno confermato l’importanza di Mesagne, quale centro popolato dai Messapi. 

 

Emblema dello stemma

Stemma di Mesagne
Stemma di Mesagne

Lo stemma di Mesagne raffigura un albero di palma, dalla verde chioma, ai lati del quale ci sono due piante di grano con le spighe piegate all'esterno.

 

Le origini e la storia

Mesagne nel XVI secolo
Mesagne nel XVI secolo

Fu un importante centro messapico (dal VI al III secolo a.C.), per la posizione strategica a metà della strada che univa Oria al porto di Brindisi. Fu oggetto di una spedizione militare guidata da Archita di Taranto tra il 366 e il 360 a.C.. Dell'età messapica restano una serie di sepolture rinvenute nel centro abitato. Durante il dominio Romano il centro è una delle numerose ville poste sulla via Appia. Nell'Alto Medioevo, con i longobardi il borgo è una villa rustica all'interno del feudo di Oria. Con i normanni è parte del Principato di Taranto. Nel XII secolo si registra la presenza di una piccola comunità greca e nel XIII secolo nei documenti di età sveva, sono presenti donazioni all'ordine Ospedaliero e dell'Ordine Teutonico.

Lo sviluppo della cittadina si è avuto poi tra il 1500 e il 1600 grazie a ricchi feudatari, ai nobili e agli ordini monastico militari. In quegli anni la popolazione era di circa cinquemila abitanti. Nel XV secolo il Principe di Taranto, Giovanni Antonio Orsini Del Balzo, amplia il castello di Mesagne e trasformandolo in residenza. Mentre il borgo si ampliava, iniziavano a prender luce opere di urbanizzazione come la nascita di un teatro, di un ospedale, la lastricatura delle strade. In pochi decenni furono edificati numerosi palazzi, caratterizzati da finestre ricche di modanature e di fregi, portali a bugnato, logge, colonne angolari, balaustre traforate.

Tra le attuali via Marconi e via Manfredi di Sicilia, esistevano fornaci dove venivano cotte le tegole che coprivano le abitazioni a “tavolato” e la Pistergula, una porta di piccole dimensioni da cui si poteva entrare o uscire dalla città, situata nei pressi dell'attuale chiesa di Sant'Anna.

Nell'attuale piazza Vittorio Emanuele II, nel largo compreso tra Porta Grande e la Chiesa dei Francescani, alla fine del Cinquecento si trovavano, le botteghe degli artigiani, conciapelle, maniscalchi e calzolai.

 

Personaggi illustri

Epifanio Ferdinando (Mesagne, 2 novembre 1569 – Mesagne, 7 dicembre 1638) è un medico e filosofo.

 

Giovan Francesco Maia Materdona (nasce a Mesagne nel 1590) è un poeta marinista.

 

Giovanni Battista Labanchi (Maratea, 12 febbraio 1677 – Mesagne, 23 luglio 1746) è un vescovo cattolico. 

 

Francesco Muscogiuri (Mesagne, 11 gennaio 1851 – Mesagne, 6 dicembre 1919) è uno scrittore.

 

Giovanni Messe (Mesagne, 10 dicembre 1883 – Roma, 18 dicembre 1968) è un generale e politico.

 

Ubaldo Lay, nome d'arte di Ubaldo Bussa (Roma, 14 aprile 1917 – Roma, 27 settembre 1984) è un attore e doppiatore. Nel 1944 sposa Olga Bogaro, nata a Mesagne, città in cui l'attore ha vissuto a lungo e nella quale viene sepolto alla morte. 

 

Armando Franco (Mesagne, 6 maggio 1922 – Oria, 15 dicembre 1997) è un vescovo cattolico.

 

Antonio D'Amico (Mesagne, 20 gennaio 1959) è uno stilista.

 

Espedito Chionna (Brindisi, 28 agosto 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore, di ruolo difensore. E’ cresciuto nel settore giovanile del Mesagne, società con la quale ha esordito in Interregionale nella stagione 1985-1986 a 17 anni.

 

Toni Matarrelli, all’anagrafe Antonio Matarrelli (Krefeld, 4 febbraio 1975) è un politico. Vive a Mesagne. 

 

Lucchi Roberto (Mesagne, 1976) è uno scrittore. 

 

Archimede Morleo (Mesagne, 26 settembre 1983) è un calciatore, di ruolo difensore.

 

Carlo Molfetta (Mesagne, 15 febbraio 1984) è un taekwondoka, oro olimpico nella categoria +80 kg ai Giochi olimpici di Londra 2012.

 

Cervellera Gianluca (Mesagne, 1986) è uno scrittore, attore e regista teatrale. 

 

Veronica Calabrese (Werdohl, 7 novembre 1987) è una taekwondoka. Nasce in Germania, ma vive da tanti anni a Mesagne.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa della Madonna di Fabbraio
20 febbraio
Ricorrenza del Patrocinio della Madonna del Carmine. Il 20 febbraio i mesagnesi ricordano l'intercessione della Madonna del Monte Carmelo in occasione del terremoto del 20 Febbraio 1743

Riti della Settimana Santa
Pasqua
Venerdì santo: Processione dei Misteri, tradizionale processione per le vie della città di Mesagne con le antiche statue che ricordano la Passione di Cristo.

Festa della Mater Domini
Prima domenica dopo Pasqua

Festa di san Giuseppe Artigiano
1º maggio

Festa di sant'Antonio di Padova
13 giugno

Festa patronale della Madonna del Carmine
15 luglio
Detta della "Madonna nostra", la statua della Vergine è traslata in processione dalla basilica del Carmine, dove è affidata alla custodia dei padri carmelitani, alla chiesa matrice.

Festa di sant'Anna
26 luglio

Festa di san Pio da Pietralcina
Settembre

FIERE
Grande Salento in vetrina
Ottobre
Fiera enogastronomica.

SAGRE
Sagra di San Giuseppe "La Tria"
19 marzo
Rito religioso e civile con stands enogastronomici.

EVENTI
Carnevale a Mesagne
Febbraio
Sfilata dei Carri allegorici.

Torneo internazionale di basket "Terra dei Messapi"
11-15 luglio

Natale nel cuore
Dicembre
Manifestazione che si svolge dalla vigilia del Natale sino all'Epifania presso il centro storico con esposizioni di presepi.

Cavalcata dei magi: presepe vivente
Dicembre
Nel chiostro dell'ex convento dei Celestini viene allestito un presepe; il 6 gennaio viene visitato dal corteo storico dei re Magi a cavallo.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il mercoledì.

 

Masserie

Masseria Viscigli

Masseria fortificata Viscigli
Masseria fortificata Viscigli

 

A circa 3 Km da Mesagne sulla provinciale per Torre Santa Susanna, si trova una bella costruzione degli inizi del 900: la Masseria Viscigli. Costruita in un sobrio stile neoclassico, la Masseria ha un ampio cortile con diversi vani accessori: stalle, casa del custore. Dalla parte Sud della Masseria sorge un querceto antico con enormi alberi. Tristemente durante la nostra ultima visita abbiamo constatato l'abbattimento di numerose Querce e di altri alberi di pino. L'interno della struttura abitativa è invece soggetto alle deturpazione di ladri e vandali che ne hanno asportato gran parte di fregi e decorazioni. Purtroppo Viscigli è una delle tante belle masserie del territorio della Provincia di Brindisi che, anno dopo anno, vengono saccheggiate e danneggiate.

 

Monumenti e luoghi d'interesse

È la città d'arte che meglio rappresenta il barocco pugliese insieme ad Ostuni in tutta la provincia con numerosi esempi su edifici privati e religiosi. Molto caratteristico è il centro storico, con viuzze strette e con la sua forma unica di cuore.

 

Scheda tecnica

 

Provincia
Brindisi
Sindaco

Pompeo Molfetta (lista civica)

dal 15.06.2015

Altitudine

72 m s.l.m.

Superficie

122 km²

Popolazione residente

27.352 (dato ISTAT al 01.01.2015)

Densità 224,20 ab./km²
Estensione comunale 122 km²
Frazioni, Marine, Località

Torretta, Capece, Muro Tenente,

Chiancaro, Cavallino, Pignatella,

Corti vecchie, Santo Stefano, Gioia,

Muri, Castellana, Tobiano, Cerrito,

Canali, Palmitella, Laviano, Vergine,

Cavaliere, Caracciolo, Maria delle

Grazie, Annunziata, Verardi.

Codice postale

72023

Prefisso telefonico

0831

Targa

BR

Denominazione abitanti

Mesagnesi

Santo patrono Madonna del Carmine
Festa patronale

16 luglio

Mercato settimanale

Mercoledì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo