Castrignano del Capo

Castrignano del Capo - Piazza del Mercato
Castrignano del Capo - Piazza del Mercato

 

Castrignano del Capo è un comune italiano di 5.391 abitanti della provincia di Lecce.

Situato nell'estremo lembo della penisola salentina, a 65,4 km dal capoluogo provinciale, è il comune più a sud della Puglia.

Frazioni: Salignano, Santa Maria di Leuca, Marina di Felloniche, Giuliano di Lecce.

Territorio

Posizione del comune di Castrignano del Capo nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Castrignano del Capo nella provincia di Lecce

Il territorio comunale ha una superficie di 20,27 km², per una densità abitativa di 265,96 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 121 m s.l.m., su un dirupo tufaceo degradante verso il mare.

L'abitato, dalla planimetria molto confusa, delimitata da un perimetro altrettanto irregolare, si estende tra la Serra di Vereto e la costa adriatica. Appartengono al Comune di Castrignano del Capo piccole frazioni importantissime per le risorse turistiche: Giuliano di Lecce e Salignano (rispettivamente a Nord-Ovest e a Est) e Santa Maria di Leuca, un moderno centro balneare sorto sul sito di un'antica città messapica, nell'insenatura tra il Capo Santa Maria di Leuca e punta Ristola, la parte più meridionale della penisola salentina. In qualità di località balneare, Santa Maria di Leuca è stata segnalata con tre vele nella Guida Blu di Legambiente ed è stata Bandiera Blu delle Spiagge nell'anno 2005.

Dall'ottobre 2006, parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Il nome Castrignano deriva dal latino "Castrum" che significa "fortezza". Si tratta di una fortificazione che i Romani usavano costruire a difesa di luoghi strategici. Nel X secolo i Saraceni distrussero il vicino casale Vereto e una parte degli abitanti si rifugiò, insediandosi, presso la fortezza di Castrum. Nacque così Castrignano del Capo.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Castrignano del Capo
Stemma di Castrignano del Capo

Lo stemma di Castrignano del Capo ha lo sfondo azzurro su cui è raffigurato un castello d'argento, chiuso e mattonato di nero, con il fastigio privo di merli, recante tre torri finestrate, ciascuna merlata alla guelfa, di cui quella centrale più alta e più larga.

 

L'emblema castrignanese è detto "stemma parlante", cioè le immagini presenti in esso sono già un linguaggio, ovvero sono sufficienti a far stabilire nome e origini del paese.

 

 

Le origini e la storia

Castrignano del Capo - Il castello
Castrignano del Capo - Il castello

L'uomo arrivò nella zona di Castrignano del Capo nell'età del bronzo. La località risulta essere abitata già in età paleolitica, cospicuo è il numero di testimonianze fossili trovate nelle diverse grotte del litorale castrignanese, presso la grotta del Diavolo, delle Tre Porte, Titti e Cala dell'Elefante. Queste importanti ricerche archeologiche furono iniziate dallo studioso Ulderico Botti nel 1871, si sono conclusi solo un secolo dopo, a cura della Università di Lecce.

Dopo, in tarda epoca romana fu costruita una fortezza, un castello, una rocca poi ingrandita in seguito alla devastazione subita da Vereto e Leuca. Il centro di Castrignano sorse intorno al 1000, per una esigenza di maggiore protezione e difesa
avvertita dagli abitanti, ormai profughi di Vereto e Leuca. La voce "Castrignano" deriva dalla locuzione latina "fortezza" non per caso, ma per precise vicende storiche. Poi modificata in "Castrignano del Capo" per distinguere da "Castrignano dei Greci".


Il territorio del feudo catrignanese fu dei d'Almeto nel 1280, poi il fortilizio passò ai de Caniano, ai Pignatelli, ai Bilitta, agli Ayerbo, ai della Ratta, ai della Barliera, ai de Frisis ed infine a Fabrizio Guarini.

 

Personaggi illustri

Mons. Gaetano Bacile (Spongano, 1844 – Santa Maria di Leuca, 1931) è un prelato cattolico.

Angelo Buccarello (Castrignano del Capo, 12 maggio 1942) è un presbitero appartenente all'Ordine della Santissima Trinità.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa di Santi Medici e S. Michele Arcangelo
26/29 settembre
Festa patronale di Castrignano del Capo. Si onorano i Santi Medici e S. Michele Arcangelo. Nei 26 e 28 sono previste le processioni in onore dei Santi. San Michele Arcangelo è patrono del paese dal 1778 con decreto pontificio, su richiesta del Sindaco. Prima di San Michele, protettore del paese era San Nicola. Nei quattro giorni di festa sono previsti concerti bandistici e spettacoli di musica leggera. Le luminarie addobbano le strade principali del paese.  La festa si conclude con un suggestivo spettacolo di fuochi pirotecnici.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il giovedì.

 

Masserie

Masseria Palamita

Masseria Palamita, risalente al XVI secolo, fu edificata sul luogo dove sorgeva una torre di difesa. Il complesso masserizio, trasformato recentemente in dimora stagionale, sorge sulla strada litoranea che conduce al Marina di Leuca.

 

Masseria Serine

Masseria Serine
Masseria Serine

 

La Masseria Serine è un'edificio del XVII secolo restaurata con l’ausilio di materiali e tecniche tradizionali che ne hanno conservato integre la tipologia e la volumetria rendendola al tempo stesso funzionale alle nuove esigenze. E’ circondata da colture di vario tipo e da essenze ornamentali (palme, oleandri, piante grasse) che sapientemente inserite nel contesto rurale fatto di rocce e muretti in pietra contribuiscono a rendere esclusivo il sito. Oggi è un resort.

 

Località di mare

Santa Maria di Leuca
Santa Maria di Leuca

E' una frazione di 1.062 abitanti del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce.

 

Qui ci sono le più belle ville ottocentesche di tutta la Puglia e meravigliose grotte sulla costa rocciosa.

 

La Marina di Leuca è situata più in basso ed è compresa tra punta Mèliso ad est, posta ai piedi del promontorio, e punta Ristola ad ovest. Sulla costa intorno a Capo di Santa Maria di Leuca, a levante e a ponente, ci sono spiagge bellissime.

 

Località Ciolo

Località Ciolo
Località Ciolo

La Località Ciolo, che deve il nome al fatto che le “ciole”, nel dialetto del luogo, sono le gazze che annidano negli anfratti della costa. La costa è alta e scende, attraverso uno splendido scenario, fino al mare azzurro.

 

 

 

 

Marina di Felloniche

Marina di Felloniche
Marina di Felloniche

La Marina di Felloniche ha una costa bassa e sabbiosa e una ricca offerta di alberghi, ristoranti, e la possibilità di praticare giochi d’acqua.

 

 

 

 

 

Marina di San Gregorio

Marina di San Gregorio
Marina di San Gregorio

Nella Marina di San Gregorio vi sono i resti del porto di una antica città messapica.

 

 

 

 

 

 

 

Monumenti e luoghi di interesse

Castrignano del Capo presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Anna Maria Rosafio (lista civica)

dal 16.05.2011

Altitudine

121 m s.l.m.

Superficie

20,27 km²

Popolazione residente

5.311 (dato ISTAT al 01.01.2015)

Densità 262,01 ab./km²
Estensione comunale 20 km²
Frazioni, Marine, Località

Marina di Leuca, Salignano,

Santa Maria di Leuca,

Marina di Felloniche, Giuliano di Lecce

Codice postale

73040

Prefisso telefonico

0833

Targa

LE

Denominazione abitanti

Castrignanesi

Santo patrono
San Michele
Festa patronale

29 settembre

Mercato settimanale Giovedì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo