Guagnano

Guagnano - Chiesa Madre
Guagnano - Chiesa Madre


Guagnano è un comune italiano di 5.925 abitanti della provincia di Lecce. Situato nel Salento settentrionale.

Frazioni: Villa Baldassarri.

 

Territorio

Posizione del comune di Guagnano nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Guagnano nella provincia di Lecce

Il territorio del comune di Guagnano, situato a nord del capoluogo provinciale, si estende su una superficie di 37 km² al confine con la Provincia di Brindisi.

Il centro urbano è collocato a 44 m s.l.m. e dista 24 km da Lecce.

 

La parte occidentale del territorio ricade nella Terra d'Arneo, ovvero in quella parte della penisola salentina compresa nel versante ionico fra San Pietro in Bevagna e Torre dell'Inserraglio e che prende il nome da un antico casale, attestato in epoca normanna e poi abbandonato, localizzabile nell'entroterra a nord-ovest di Torre Lapillo.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

L'etimologia del nome deriverebbe da un antico termine dialettale riferito alla presenza di paludi ricche di acqua. Potrebbe derivare anche da un nome latino di persona non ben identificato, forse Covanius o Aequanius, con l'aggiunta del suffisso -anus che sta per indicare una proprietà.

Secondo lo storico Giacomo Arditi invece, il toponimo deriva da guadagno in riferimento alla fertilità delle terre e dei pascoli e per la presenza di attività lucrose che si esercitavano sul posto.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Guagnano
Stemma di Guagnano

Lo stemma di Guagnano ha lo sfondo celeste e raffigura un cavallo bianco in corsa senza briglie e un albero sullo sfondo (probabilmente un pino o un leccio).

 

In precedenza lo stemma rappresentava un cavallo con le briglie; queste in seguito furono eliminate per simboleggiare il carattere indipendente, anticonformista e attaccabrighe degli abitanti di Guagnano. Lo stemma è sormontato da una corona turrita.

 

Le origini e la storia

In origine faceva parte dell' insieme ad alcuni villaggi, sorti in epoca anteriore, i cui abitanti vi si stabilirono. Alla fine del secolo XIII, la località era feudo della Contea di Lecce. Divenuto possesso dei signori Orsini del Balzo, principi di Taranto, passò successivamente al barone Matteo de Adimaris, alla famiglia Sambiasi, agli Zurlo, ai Paladini, ai Galateo, ai Lopez quindi ai Santoro e ai Mattehei, agli Albrigi, ed infine ai Filomarini, duchi di Cutrofiano.

Nel 1811 a Guagnano fu aggregato un grosso villaggio: Villa Baldassarri, ancora oggi frazione del Comune.

 

Personaggi illustri

Giovannantonio Tarentini (San Cesareo di Lecce, 30 gennaio 1814 – Guagnano, 20 maggio 1902) è stato più volte sindaco di Guagnano.

Goffredo Raffaele Michele (Guagnano, 29 agosto 1884 - Guagnano, 10 marzo 1969) è un direttore d’orchestra e compositore.

Don Luigi Antonio Grassi (San Vito dei Normanni, 19 agosto 1886 - Guagnano, 19 dicembre 1974) è parroco di Guagnano dal 1923 al 1972.

Don Realino Mazzotta (Veglie, 3 dicembre 1907 – Veglie, 22 gennaio 2007) è parroco a Villa Baldassarri dal 1955 al 1984.

Francesco Rosario Taurino (San Donaci, 3 ottobre 1915 – Guagnano, 29 dicembre 1994) è Sindaco di Guagnano dal 14.02.1974 al 09.07.1975, dopo aver fatto da ViceSindaco per innumerevoli anni. Ridiventa Sindaco il 23.10.1982 e lo farà fino al 31.07.1985, dopo aver fatto ancora una volta il ViceSindaco.

Salvatore Memmo (muore a Guagnano nel 1974) è Sindaco di Guagnano dal 1960 al 1974.

Alfredo Miccoli (Torre S.Susanna, 26 settembre 1936 – 20 ottobre 1977) è un militare e infermiere; fa parte del S.A.R. (Soccorso Aereo Regionale) e, quindi, il suo compito specifico è quello di prestare i primi soccorsi a tutti coloro i quali si trovano in difficoltà, siano esCesareo di si militari o civili. Alfredo nasce da padre guagnanese e vive a Guagnano dall’età di 4 anni ai 19 anni, periodo in cui si arruola in Aeronautica Militare.

Mimino Taurino, all’anagrafe Cosimo Taurino (Guagnano, 6 novembre 1939 – Porto Cesareo, 23 agosto 1999) è un produttore di vini in bottiglia.

Carmen Longo (Bologna, 1947 – Brema, 28 gennaio 1966) è una nuotatrice. Nasce a Bologna da genitori guagnanesi.

Appuntato Scelto Giuseppe Palombo (Villa Bardassarri, 28 novembre 1966 – Carmiano, 1 luglio 2004) è un carabiniere. Il 10 ottobre 2005 riceve l'Encomio Solenne del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa di S. Antonio Abate
Ultima domenica di gennaio
Annessa l'accensione del tradizionale falò.

Festa di S. Giuseppe
19 marzo
Con la tradizionale "matthra e con le tradizionali Tavole di San Giuseppe.

Festa della Madonna del Carmelo
Prima decade di settembre
Con la tradizionale "Sagra del Maiale".

Festa Patronale della Madonna del Rosario
6-7-8 ottobre
Con la tradizionale Fiera Mercato e la Mostra dell'Artigianato Locale.

FIERE
Tradizionale fiera-mercato
Ottobre

SAGRE
Sagra dell'Uva Cardinal e del Vino
Ultima decade di luglio

EVENTI
Premio "Terre del Negroamaro"
Ultima decade di agosto

Esclusivambiente
Maggio/giugno
Festa dell'ambiente e dell'energia.

Cerimonia di consegna della Carta Costituzionale ai diciottenni
Luglio

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il sabato.

 

Masserie

Masseria Bosco (XIX secolo); Masseria Camarda (XVII secolo); Masseria Marina (XIII secolo); Masseria Monte Calabrese (XVIII secolo); Masseria Fortificata Nardo di Prato (XV-XVI secolo); Masseria Patriglione (XVIII secolo); Masseria Poggi (XIX secolo); Masseria Pucciano (XVII-XVIII secolo); Masseria Fortificata San Gaetano (XV-XVI secolo).

 

Monumenti e luoghi d'interesse

Giuggianello presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Curiosità

I guagnanesi sono molto devoti alla Madonna del Rosario, e questo grazie anche ad una leggenda su un episodio miracoloso. Si narra che, anticamente, un uomo che possedeva una mandria di tori, ne perse uno all'improvviso. Lo cercò a lungo, finché non lo trovò nel bosco con in bocca un rosario. Allora il padrone cercò di riportarlo nella stalla, ma l'animale non ne voleva sapere di muoversi da quel posto. Così, dopo molti tentativi, il mandriano, alla fine, si accorse che il toro guardava fisso in una precisa direzione, e scoprì un muro tra i cespugli, sul quale era apparsa l'immagine della Vergine. La protettrice del paese è la Madonna del Rosario, che viene solennemente festeggiata il 7 ottobre.

 

Il soprannome degli abitanti di Guagnano è "tuttu sensu" che, letteralmente, significa "tutto cervello", all'occorrente anche da vendere. Il soprannome è legato ad una storia popolare che racconta di un contadino di Guagnano che, passando nei pressi di una campagna, vide degli uomini che si affaticavano inutilmente per spostare degli enormi massi. Così il contadino disse loro che se volevano del senno, lo potevano acquistare nel suo paese, dove lo vendevano a poco prezzo.

 

Altro soprannome dei guagnanesi è "entri mueddrhi" che, letteralmente, significa "pance molli", dal momento che si crede che i guagnanesi siano dediti più all'ozio e al buon vivere, che al lavoro.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Fernando Leone (lista civica)

dal 07.05.2012

Altitudine

44 m s.l.m.

Superficie

37,79 km²

Popolazione residente

5.817 (dato ISTAT al 01.01.2015)

Densità 153,93 ab./km²
Estensione comunale 38 km²
Frazioni, Marine, Località
Villa Baldassarri
Codice postale

73010

Prefisso telefonico
0832
Targa

LE

Denominazione abitanti
Guagnanesi
Santo patrono
Madonna del Rosario
Festa patronale

7 ottobre

Mercato settimanale Sabato

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo