Racale

Racale - Centro storico
Racale - Centro storico


Racale (pronunciare Ràcale) è un comune italiano di 10.951 abitanti della provincia di Lecce.

Situato nel basso Salento, dista 54 km dal capoluogo provinciale e 6 km dal mare Ionio. Comprende anche la località costiera di Torre Suda. Il comune sorge in una delle aree a maggior vocazione calzaturiera dell'intero territorio nazionale, negli anni passati è stato uno dei più grossi centri dediti alla produzione di calze.

Frazioni: Castelforte, Masseria Nuova II, Pacci, Spirito Santo, Tabarano, Terra Rossa, Torre Suda.

 

Territorio

Posizione del comune di Racale nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Racale nella provincia di Lecce

Il territorio del comune di Racale, che si estende su una superficie di 24,47 km², sorge nel territorio delle serre salentine, nel versante sud occidentale della penisola salentina.

Il territorio possiede un profilo orografico caratterizzato dai modesti rilievi delle serre: risulta compreso tra gli 0 e i 104 m s.l.m. con la casa comunale a 55 m s.l.m. Il centro abitato sorge in una vasta depressione del terreno ai piedi della collina degli Specchi, un piccolo rilievo collinare, ricco di reperti archeologici e megalitici, che ripara il paese dai venti occidentali. Il litorale di pertinenza del comune presenta una costa rocciosa ma sempre molto bassa. Nei confini territoriali del comune di Racale ricade la località di Castelforte.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Emblema dello stemma e le origini del nome

Stemma di Racale
Stemma di Racale

Lo stemma di Racale raffigura una lupa che allatta due gemelli. Secondo alcuni documenti rinvenuti Racale dovrebbe la sua nascita ad Eraclio, un liberto romano figlio illeggittimo di Augusto, al quale venne assegnata questa zona. Eraclio dapprima fondò il centro abitato per poi assegnare anche nome e stemma al villaggio (stemma molto simile a quello di Roma). Il nome che Eraclio assegnò a questa zona fu dapprima Eracle e, in seguito, di Racale.

 

Di tutt’altro avviso è invece la leggenda, la quale narra che gli abitanti di Eraclea, città del Mar Nero, migrarono nella penisola salentina acquisendo il soprannome di “Rachi” che, con alcune varianti, divenne il cognome di alcune famiglie e anche di un casato. Dal nome del casato deriverebbe il toponimo Racale.

 

Secondo alcuni studiosi invece il nome di Racale è dovuto al passato greco-salentino e sostengono che il paese si trova proprio in quel posto perchè un tempo quello era il luogo dove si venerava Ercole, eroe e mito greco (Eracle).

 

Le origini e la storia

Eracle
Eracle

Racale come area urbana, come zona popolata risale ad epoche molto antiche, recentemente sono stati rinvenuti alcuni monumenti che discendono dalla civiltà messapica, diffusasi decisamente prima di Greci e Romani. Una specchia ubicata sul punto più alto della collina degli "Specchi", di forma semiconica, fatta da una cumulo di pietre informi; e il Dolmen "Ospina" che prese il nome dal luogo in cui si trova.

Racale come la gran parte dei paesi della Puglia, e della provincia di Lecce in particolar modo, dovette subire aggressioni, violenze e ruberie ad opera di popolazioni barbare provenienti dal mare. Il paese ebbe la possibilità di riprendersi e di vivere un periodo di relativa pace e prosperità durante il dominio dei Normanni. In tale epoca Racale assunse la forma di piccola città con pianta quadrangolare, chiusa da due porte ad arco.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa e fiera di San Sebastiano
Maggio
Presenti numerosi stand gastronomici e gruppi musicali. Inoltre, al mattino è attivo il mercato tipico dove viene venduto il bestiame, attrezzi agricoli e oggetti vari.

SAGRE
Sagra della pittula e del vino
Dicembre
Degustazioni di prodotti tipici del periodo natalizio.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il martedì.

 

Masserie

Masseria Ospina

Masseria Ospina
Masseria Ospina

Antica Masseria Ospina fortificata del XVI secolo, presenta una torre, cui in passato si accedeva da una scala esterna provvista di ponte levatoio, la casa della merce, il forno e un ampio locale coperto a botte ad uso stalla.

 

 

 

 

Località di mare

Marina di Torre Suda

Marina di Torre Suda
Marina di Torre Suda

Il mare pulito, le piccole baie naturali e la macchia mediterranea fanno di Torre Suda una meta turistica estiva di rilievo lungo la costa ionica salentina.

 

 

 

 

 

 

 

Torri costiere

Torre Suda

Torre Suda
Torre Suda

Situata nell'omonima marina, la torre fu eretta nel XVI secolo contro le incursioni turche che devastavano la penisola salentina. Ha una base scarpata e, sopra il cordolo, si sviluppa con un corpo cilindrico fino al coronamento di piccoli beccatelli. In sommità sono presenti una caditoia e la garitta di vedetta. Una scalinata, aggiunta successivamente passato il pericolo saraceno, conduce alla porta levatoia del primo piano, nel quale è presente un ambiente ottagonale con volta a spicchi. La base è occupata della cisterna. Comunicava visivamente a sud con Torre Sinfonò, nel comune di Alliste, a nord con Torre del Pizzo, nel comune di Gallipoli.

L'origine del nome Torre Suda si pensa possa risalire al fatto che la torre di avvistamento, smesse le sue funzioni militari, venne sigillata e usata come cisterna d'acqua per gli abitanti della frazione. La torre in seguito alla traspirazione, sembrava "sudasse".

 

Monumenti e luoghi d'interesse

La Città di Racale presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Donato Metallo (lista civica)

dal 07.05.2012

Altitudine

55 m s.l.m.

Superficie

24,47 km²

Popolazione residente

10.973 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 448,43 ab./km²
Estensione comunale 25 km²
Frazioni, Marine, Località

Castelforte, Masseria Nuova II,

Pacci, Spirito Santo, Tabarano,

Terra Rossa, Torre Suda

Codice postale

73055

Prefisso telefonico

0833

Targa

LE

Denominazione abitanti
Racalini
Santo patrono
San Sebastiano
Festa patronale

Ultima domenica di maggio

Mercato settimanale Martedì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo