San Pietro in Lama

San Pietro in Lama - Piazza del Popolo
San Pietro in Lama - Piazza del Popolo


San Pietro in Lama (Sampiètru ti l'ìrmici in dialetto salentino) è un comune italiano di 3.629 abitanti della provincia di Lecce.

Situato nel Salento centro-settentrionale, nella Valle della Cupa, dista 7 km dal capoluogo provinciale in direzione sud-ovest.

 

Territorio

Posizione del comune di San Pietro in Lama nella provincia di Lecce
Posizione del comune di San Pietro in Lama nella provincia di Lecce

Il territorio del comune di San Pietro in Lama, che occupa una superficie di 7,93 km² nella zona mediana della penisola salentina, è caratterizzato da una morfologia pianeggiante; risulta compreso tra i 33 e i 50 metri sul livello del mare.

È situato nella Valle della Cupa, ovvero in quella porzione di pianura, intorno al capoluogo leccese, caratterizzata da una vasta area di depressione naturale del terreno. Il comune è attraversato dalla Strada statale 101 Salentina di Gallipoli che collega Lecce a Gallipoli e che divide l'abitato con il centro urbano di Lequile.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Il toponimo di San Pietro in Lama è legato alla leggenda secondo cui l'apostolo Pietro, nel 43 d.C., sbarcò a Porto Badisco per poi raggiungere Roma. L'apostolo si trovò a passare per questa zona acquitrinosa solo per caso; infatti il suo intento era quello di evitare la città di Lecce che era pagana. Passò da questa zona chiamata "lama", nel gergo del posto. San Pietro si fermò nella valle della Cupa per rifocillarsi e per bere utilizzò l'acqua di un pozzo realmente esistito: Pozzo vecchio.

 

Il Casale ebbe nell’arco dei secoli altri nomi, anche per via della presenza di artigiani che lavoravano la terracotta e l'argilla e producevano gli "imbrici" (tegole d’argilla). Proprio per questo motivo San Pietro in Lama fu denominata "San Pietro de l'imbrici" (in questo modo venne segnata su alcune carte geografiche dell'epoca). Venne anche definita come San Pietro di Buli o San Pietro di Busi, perché in questa zona c'erano dei giacimenti d’argilla rossa detta appunto “bolo” o per i tanti pozzi presenti intorno al centro urbano.

 

Emblema dello stemma

Stemma di San Pietro in Lama
Stemma di San Pietro in Lama

Lo stemma di San Pietro in Lama ha lo sfondo azzurro e raffigura tre alementi: il camauro (copricapo rosso bordato di pelliccia, indossato in passato dai Papi), le chiavi papali (una color oro e una color argento, che si incrociano) e il trigeno (la tiara papale formata da tre corone sovrapposte come simbolo della chiesa trionfante, militante e sofferente). I simboli papali presenti sullo stemma rimandano al fatto che San Pietro in Lama è stato in passato un possedimento della Mensa vescovile di Lecce.

 

Le origini e la storia

Roberto il Guiscardo
Roberto il Guiscardo

A pochi chilometri, nella località di Rugge si trovano i resti di un antico centro di epoca messapica e romana identificato con la città di Rudiae, patria del poeta latino Quinto Ennio. Probabilmente il nucleo abitato di San Pietro sorge lungo il tracciato di antiche strade che collegavano Lecce con Copertino e la città di Rudiae con Porto Cesareo (Portus Sasinae).

Le prime notizie documentate risalgono al XII secolo quando il casale di San Pietro in Lama faceva parte delle terre governate dal normanno Roberto il Guiscardo, il quale cedette il casale alla Mensa Vescovile di Lecce che conservò il feudo fino alla data di eversione della feudalità. Nel XV secolo il paese era costituito da sole 38 famiglie, concentrate in un'unica via (l'attuale via XX Settembre) ed intorno alla chiesa di Sant'Antonio. La maggior parte degli abitanti dell'epoca erano contadini e artigiani, questi ultimi in prevalenza cutumari, cioè lavoratori di creta.

Il centro abitato quindi si sviluppò fino a raggiungere il migliaio di abitanti nel XVI secolo. Nel 1695 fu demolita la vecchia chiesa matrice, poi ricostruita nel 1715; a partire dalla seconda metà del XVII secolo vennero inoltre costruite diverse nuove chiese: la chiesa della Croce (1655), la chiesa di Sant'Antonio (1682) e la chiesa di San Pasquale Baylon (1748). In un dipinto tardo-seicentesco, conservato nella chiesa della Croce e raffigurante Santa Irene, alle spalle della santa è riprodotto il centro abitato con la cappella di San Nicola, oggi scomparsa, e la vecchia chiesa matrice non ancora demolita.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa e fiera di San Pietro
Seconda domenica di Luglio
Festeggiamenti civili e religiosi.

Festa e fiera della Madonna del Rosario
Prima domenica di Ottobre
Festeggiamenti civili e religiosi.

SAGRE
Sagra dei Sapori Antichi
15-16 luglio

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il giovedì.

 

Monumenti e luoghi d'interesse

San Pietro in Lama presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Salvatore Tondo (lista civica)

dal 07.05.2012

Altitudine

43 m s.l.m.

Superficie 7,93 km²
Popolazione residente

3.608 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 454,98 ab./km²
Estensione comunale 8 km²
Frazioni, Marine, Località
-
Codice postale

73010

Prefisso telefonico

0832

Targa

LE

Denominazione abitanti

Sampietrini o Sanpietrani

Santo patrono
San Pietro
Festa patronale

Seconda domenica di luglio

Mercato settimanale Giovedì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo