Scorrano

Scorrano - Veduta
Scorrano - Veduta

 

Scorrano (Scurranu in dialetto salentino) è un comune italiano di 7.021 abitanti della provincia di Lecce.

Situato su un modesto rilievo nell'entroterra della penisola salentina, dista 35 km dal capoluogo provinciale.

 

Territorio

Posizione del comune di Scorrano nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Scorrano nella provincia di Lecce

Il comune di Scorrano, che si estende per 34,86 km² nella parte centro-meridionale della penisola salentina, presenta una morfologia omogenea compresa tra gli 81 e i 116 metri sul livello del mare. Il centro abitato sorge su un modesto rilievo a 95 m s.l.m. e dista 20 km dal mare Adriatico e 26 km dal mare Ionio. Il territorio presenta un sottosuolo costituito da un banco di calcarenite; pietra leccese nella parte nord e carparo in quella sud.

 

La conformazione calcarea del territorio è testimoniata dalla presenza di cavità carsiche, le vore in gergo locale. La zona sud del comune ricade nel Parco dei Paduli, un'area rurale caratterizzata da un paesaggio dominato prevalentemente da estesi e maestosi uliveti e nella quale sopravvivono numerose specie vegetali e animali; è il caso di alcuni esemplari di querce secolari, traccia dell'antico bosco di Belvedere.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Secondo la tradizione orale, l'origine del nome si deve al console romano Marco Emilio Scauro che fondò Scorrano dopo la conquista romana del Salento.

 

Tale affermazione sembra tuttavia improbabile se si pensa che questo territorio è stato occupato dai romani un secolo prima della sua nascita.

 

È ipotizzabile invece che l'area in cui sorse Scorrano fosse stata assegnata ad un tale Scurra, (veterano romano), e che da esso abbia tratto il nome; si tratterebbe in questo caso di un prediale (praedium Scurranum) molto diffuso nei toponimi salentini.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Scorrano
Stemma di Scorrano

Sullo stemma di Scorrano campeggia un'aquila che sorvola tre querce. Alcuni studiosi sono propensi nel pensare che le origini del paese rimandano al centurione romano Marco Emilio Scauro, al quale vennero donate alcune terre della zona come ricompensa per la fedeltà dimostrata, sulle quali costruì un casale. L'aquila presente nello stemma simboleggia, quindi, la fedeltà dimostrata a Roma.

La presenza delle querce si spiegherebbe invece con il fatto che anticamente il paese era circondato da alberi di querce. Altri studiosi invece sostengono che è vero che lo stemma di Scorrano raffigura aquile e querce; ma è anche vero che questi elementi già erano presenti all’arrivo dei romani: di lizze volgarmente dette ve n'erano in abbondanza, interi boschi circondavano il territorio scorranese e le aquile insieme ad altri uccelli rapaci sorvolavano ordinariamente queste terre. Inoltre la posizione dell'aquila nello stemma delle legioni romane è quella di un uccello dritto con ali leggermente aperte ad indicare forza e potere; nello stemma comunale scorranese le aquile semplicemente volano.

 

Le origini e la storia

Ladislao d'Angiò, re di Napoli
Ladislao d'Angiò, re di Napoli

Il territorio intorno a Scorrano fu abitato sin dall'antichità, come testimoniano due menhir presenti nelle immediate campagne circostanti. Tradizionalmente si fa risalire la nascita del primo nucleo abitativo all'epoca romana durante la fase repubblicana quando il senato distribuisce ai veterani le terre conquistate dalle legioni. Dominata dai romani fino alla caduta dell'Impero romano d'Occidente, fu colonizzata dai greci e dai bizantini. Con la dominazione di quest'ultimi il centro si estese e raggiunse una maggiore rilevanza che gli consentì di diventare un comune fiscale (Korìon) controllando i più piccoli agglomerati abitativi vicini.

In epoca normanna, con Tancredi d'Altavilla, fece parte del Contado di Lecce e successivamente della Contea di Alessano. Diversi furono i feudatari che si succedettero nel corso dei secoli. Nel 1291 Scorrano venne assegnato a Pietro de Noha da Carlo d'Angiò dopo che Angelo e Pietro, baroni svevi (rispettivamente padre e figlio), furono impiccati con altri nobili salentini nel castello di Gallipoli nel 1268 perché fedeli agli Svevi, sconfitti dagli angioini nella Battaglia di Benevento (1266). Passò poi nel 1319 agli Orsini Del Balzo e da questi a re Ladislao che nei primi anni del XV secolo lo vendette a Buzio de' Tolomei; da questi passa al figlio Salvatore. Un secolo dopo entrò sotto il dominio dei Gonzaga di Mantova, in quanto principi di Molfetta, che lo cedettero, insieme con la contea di Alessano, ad Ettore Brajda nel 1589. Passò sotto il controllo dei Maramonte, dei Trani, dei Milazzi e, il 18 agosto 1686, venne acquistato dalla famiglia Frisari che lo terrà (dal 1725 col titolo ducale) fino all'eversione della feudalità (1806).

 

Personaggi illustri

Antonio Sforza (Otranto, 17 giugno 1891 – Scorrano, 1979) è un poeta.

Angelo Rizzo (Scorrano, 2 gennaio 1944 – Scorrano, 3 novembre 2002) è un fisico e rettore.

Luigi Carluccio (Scorrano, 27 febbraio 1953 – Como, 15 luglio 1981) è un Brigadiere di Pubblica Sicurezza, vittima del terrorismo. Il 20 settembre 2007 è insignito della medaglia d'oro al merito civile “alla memoria”.

Dario Stefàno (Scorrano, 2 agosto 1963) è un manager e politico.

Dolcenera, nome d'arte di Emanuela Trane (Galatina, 16 maggio 1977) è una cantautrice. Nasce a Galatina, ma cresce a Scorrano, dove trascorre la sua infanzia e la sua adolescenza.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa patronale di Santa Domenica
dal 5 al 9 luglio
Festa patronale in onore a Santa Domenica. Spettacolari luminarie conosciute in tutto il mondo fanno da cornice ai riti religiosi che si concludono il giorno 6 luglio con la processione e il rito della consegna delle chiavi da parte del sindaco alla santa. Al mattino, il mercato tipico con vendita di tessuti, terrecotte e merci varie,durante il pomeriggio la gara pirotecnica e di sera lo spettacolo delle luminarie.

Festa e fiera di San Rocco e Madonna dell'Assunta
18-19 Luglio
Festa patronale, con luminarie, concerti bandistici e fuochi pirotecnici. Inoltre è presente un mercato che si sviluppa per le vie del centro abitato.

SAGRE
Festa e sagra di San Francesco d'Assisi
4 ottobre
Festa di San Francesco. Ai normali riti religiosi celebrati presso la chiesa di San Francesco viene affiancato un piccolo e vivace mercatino di artigianato locale sin dal primo pomeriggio. Durante la sera la comunità organizza una piccola sagra detta "Sagra di Frate Focu" dove vengono offerti diversi tipi di piatti tipici a base di peperoni.

FIERE
Fiera di Santa Lucia
12-13-14 dicembre
Festeggiamenti civili e religiosi in onore di Santa Lucia.
Nei pressi della piccola e accogliente chiesetta di Santa Lucia viene organizzata una fiera dove vengono venduti soprattutto, vista la vicinanza alle festività natalizie, addobbi natalizi e dolciumi tipici del periodo. La mattina del 13 dicembre inoltre è anche caratterizzata da un mercato di bestiame dalle antiche origini che viene organizzato a poche centinaia di metri dal centro abitato ma sempre nelle vicinanze della chiesa della Santa.

Festa Madonna della Luce e San Rocco
20-21 agosto

EVENTI
Festa di Focara della Candelora
1° Febbraio
La focara che si organizza la vigilia della Canderola a Scorrano serve per festeggiare, come credenza popolare vuole, e per scoprire se l'inverno sarà ancora molto lungo. La festa è organizzata dal Gruppo Fratres e alle 19,00 nel largo fra Via Matteotti e Via Cavour verrà dato fuoco alla catasta di legna alta sei metri, ed intorno ad essa balli a suon di pizzica e tarantate mentre negli stand allestiti vicino vengono serviti gratuitamente bevande e cibi caserecci.

Carnevale a Scorrano
Febbraio-marzo
Il Carnevale a Scorrano ha inizio alle 17,00 dove numerosi gruppi di bambini mascherati sfileranno per le vie della cittadina, i piccoli saranno accompagnati dagli operatori della ludoteca e terminerà in Piazza Vittorio Emanuele dove si esibiranno i ragazzi delle scuole di ballo Vittoria Dance e Liscio Dance. In serata canti, balli e il tradizionale rogo di "Pascalino". Il tutto grazie alla collaborazione dell'Amministrazione Comunale e dell'Assessorato alla Cultura e Tempo Libero.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il giovedì.

 

Monumenti e luoghi di interesse

Scorrano presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Antonio Costantino Mariano (lista civica)

dal 07.05.2012

Altitudine

95 m s.l.m.

Superficie

34,86 km²

Popolazione residente

7.021 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 201,40 ab./km²
Estensione comunale 35 km²
Frazioni, Marine, Località
-
Codice postale

73020

Prefisso telefonico

0836

Targa

LE

Denominazione abitanti

Scorranesi

Santo patrono
Santa Domenica
Festa patronale

6 luglio

Mercato settimanale Giovedì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo