Squinzano

Squinzano - Piazza San Nicola
Squinzano - Piazza San Nicola


Squinzano (Schinzànu in dialetto salentino) è un comune italiano di 14.416 abitanti della provincia di Lecce.

Situato nel nord Salento, ai limiti più settentrionali della provincia leccese, confina con la parte meridionale della provincia di Brindisi e dista 17 km dal capoluogo provinciale di appartenenza. Dal 19 gennaio 1999 si fregia del titolo di Città.

Frazioni: Casalabate.

 

Territorio

Posizione del comune di Squinzano nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Squinzano nella provincia di Lecce

Il territorio comunale di Squinzano, confinante con la provincia di Brindisi, si estende per 29,28 km² e comprende anche la piccola isola amministrativa denominata "Settedolori" interclusa nel comune di Torchiarolo.

È parte della Valle della Cupa, ossia di quella porzione di pianura salentina, intorno al capoluogo leccese, caratterizzata da una grande depressione carsica. Il territorio risulta compreso tra i 15 e i 57 metri sul livello del mare, con l'altezza massima che si raggiunge presso la Serra di Sant'Elia.

Sono in atto i passaggi legislativi e burocratici affinché la marina di Casalabate, attualmente amministrata dal comune di Lecce, possa passare all'amministrazione dei comuni di Squinzano e Trepuzzi, che per l'effettiva gestione costituiranno un organismo unico sovracomunale.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Il toponimo di Squinzano ha origini indubbiamente romane. Il paese sorse, infatti, nello stesso posto dove il console Tito Quinzio Flaminino eresse la sua abitazione privata: Villa Quintiana; probabilmente durante le guerre con Taranto, nel 190 a.C. Il borgo fu chiamato dapprima Quintianum, poi divenne Quinzano ed infine Squinzano.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Squinzano
Stemma di Squinzano

Lo stemma di Squinzano raffigura un’aquila che regge un medagliere all'interno del quale è rappresentato un leone. Lo stemma rappresenta, in tono allegorico, Squinzano che si allontana dall'oppressione della città di Lecce. Il paese ottenne infatti l'autonomia da Lecce nel 1560. L'aquila riconduce invece alle origini romane del borgo.

 

Le origini e la storia

Tito Quinzio Flaminino
Tito Quinzio Flaminino

La tradizione orale attribuisce la nascita del casale al console romano Tito Quinzio Flaminino, che nel corso delle guerre tarantine del 190 a.C. eresse la sua dimora, la Villa Quintiana, in questo luogo. Rimasto per secoli un minuscolo casale abbandonato, si sviluppò accogliendo un gran numero di profughi della vicina città messapica di Valesio, distrutta dal re normanno Guglielmo il Malo nel 1157.

Durante il medioevo seguì le vicende dalla Contea di Lecce. Con Tancredi d'Altavilla visse un periodo di prosperità dovuto ai privilegi concessi e all'esonero da molte tasse. Nel 1520, nel corso della guerra ispano-francese per la dominazione sul Mezzogiorno italiano, fu teatro di uno scontro tra gli opposti eserciti svoltosi sul "monte della Battaglia". Nel 1560 Squinzano divenne, con regio decreto, libero Comune demaniale, ma nel 1623 motivi economici costrinsero a rivendere tale titolo per tornare ad essere un Comune feudale, del quale fu beneficiario il nobile spagnolo Giovanni Enriquez. Questi, amante dell'Ordine Francescano, fece costruire un convento adiacente alla preesistente chiesa di Santa Maria delle Grazie, inaugurato nel 1625 e successivamente ampliato. Sempre in questi anni, nel 1627 fu portata a compimento la costruzione della chiesa della Santissima Annunziata, la cui edificazione fu incentivata dall'evento prodigioso dell'apparizione della Madonna a una pia donna del paese, tale Maria Manca, nel 1618. Alla morte di Giovanni (1626) successe il figlio Gabriele Agostino, il quale ottenne il titolo di Principe di Squinzano. Dopo la morte improle di quest'ultimo, il titolo principesco passò ai nobili Filomarino di Cutrofiano. L'abolizione del feudalesimo riuscì a liberare il territorio di Squinzano dalle soggezioni nobiliari ed ecclesiastiche e lanciò il paese verso lo sviluppo economico, demografico ed urbano.

Nel XIX secolo Squinzano intraprese la lotta contro la dominazione straniera dapprima con la Carboneria, successivamente con la Giovane Italia. Alla fine delle lotte risorgimentali il voto di annessione al neo costituito Regno d'Italia fu quasi unanimemente espresso dai suoi abitanti. La situazione economica si accrebbe notevolmente; tra il 1869 e il 1891 venne costruita la stazione ferroviaria che, posta in una posizione intermedia tra Brindisi e Lecce, trasformò il paese in centro delle attività dell'intero comprensorio. Tra il 1870 e il 1910 la popolazione aumentò fino a raggiungere i 7.500 abitanti e superò quota 10.000 all'indomani della prima guerra mondiale. Il periodo del ventennio fascista e successivo alla Liberazione del 1945 è comune a tutti i centri agricoli del Sud, gravato da numerosi sacrifici economici e pieno di grandi speranze per il futuro.

 

Personaggi illustri

Giovanni Campa (nasce a Squinzano il 13 marzo 1883) è Cameriere d'onore, nel 1920, soprannumerario di Cappa e Spada di Sua Santità Papa Benedetto XV.

Nicola Riezzo (Squinzano, 11 dicembre 1904 – Squinzano, 20 agosto 1998) è un arcivescovo cattolico.

Nicola Arigliano (Squinzano, 6 dicembre 1923 – Calimera, 30 marzo 2010) è un cantante.

Guido Bellini (Monteroni di Lecce, 5 maggio 1939) è un generale, ex Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri. Vive a Squinzano.

Luigi Pezzuto (Squinzano, 30 aprile 1946) è un arcivescovo cattolico e diplomatico. È arcivescovo titolare di Torre di Proconsolare e Nunzio Apostolico in Bosnia ed Erzegovina e in Montenegro.

Linda Lorenzi, pseudonimo di Anna Chetta (Squinzano, 19 agosto 1960) è una showgirl e illusionista.

Ferdinando De Giorgi, meglio conosciuto con il soprannome Fefè (Squinzano, 10 ottobre 1961) è un ex pallavolista e allenatore di pallavolo.

Tiziano Manca (Squinzano, 27 giugno 1970) è un compositore.

Rocco Rampino, alias Congorock (Squinzano, 1983) è un disc jockey e produttore discografico di electro e fidget house.

Antonio Maggio (San Pietro Vernotico, 8 agosto 1986) è un cantautore, vincitore del Festival di Sanremo 2013 nella categoria Giovani. Vive da sempre a Squinzano.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa dell'Annunziata
25 marzo
È un evento religioso legato all'apparizione della Vergine a Maria Manca, del 21 ottobre del 1618. La festa culmina il 25 marzo con l'allestimento di una fiera-mercato.

Festa di San Vincenzo
Aprile
Processione per le strade del paese e messa solenne. La festa prevede concerti bandistici, uno spettacolo musicale e folkloristico ed i fuochi pirotecnici a conclusione della festa.

Festa Madre Regina
Maggio

Festa della Madonna del Pozzo
Seconda domenica di Luglio
Manifestazione che comprende nel programma religioso, eventi musicali e concerti dal vivo.

Festa di San Nicola
4-5-6 dicembre
I festeggiamenti in onore del Santo Patrono si svolgono dal 4 al 6 dicembre con una grande fiera-mercato e il rinomato festival pirotecnico. La festa è stata istituita ufficialmente il 15 maggio 1763.

Festa della SS. Immacolata
Dicembre
In programma la processione per le strade del paese e la festa civile con uno spettacolo musicale ed i fuochi pirotecnici a conclusione della festa.

EVENTI
Settembre Squinzanese
Settembre
È una manifestazione che racchiude un ricco cartellone di spettacoli, proiezioni di film, commedie teatrali di compagnie locali e non, rassegne musicali, mostre d'arte. Si svolge nella cornice di Villa Cleopazzo.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il mercoledì.

 

Monumenti e luoghi d'interesse

La Città di Squinzano presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco Cosimo Miccoli (lista civica) dal 28.06.2013
Altitudine

48 m s.l.m.

Superficie

29,28 km²

Popolazione residente

14.493 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 494,98 ab./km²
Estensione comunale 29 km²
Frazioni, Marine, Località
Casalabate
Codice postale

73018

Prefisso telefonico

0832

Targa

LE

Denominazione abitanti

Squinzanesi

Santo patrono
San Nicola
Festa patronale

Seconda domenica d’agosto

Mercato settimanale Mercoledì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo