Tiggiano

Tiggiano
Tiggiano

 

Tiggiano (Tiššànu in dialetto salentino) è un comune italiano di 2.936 abitanti della provincia di Lecce.

Situato nel Capo di Leuca, a 58 km dal capoluogo provinciale, include un breve tratto della costa orientale del basso Salento. Fa parte del Consorzio Intercomunale Capo Santa Maria di Leuca aderente al club dei borghi autentici d'Italia.

 

Territorio

Posizione del comune di Tiggiano nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Tiggiano nella provincia di Lecce

Il territorio del comune di Tiggiano, che si estende per 7,5 km² nella parte meridionale della provincia di Lecce, è compreso tra gli 0 e i 141 metri sul livello del mare. Comprende un breve tratto del litorale adriatico e include la cinquecentesca Torre Nasparo.

 

Dall'ottobre 2006 parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali. La costa tiggianese, alta e rocciosa, è impraticabile e non consente l'accesso diretto al mare. Lungo i pendii collinari della serra che degradano verso il mare è situato il "Bosco Le Chiuse", un piccolo nucleo boschivo costituito prevalentemente da lecceta, che nelle aree con maggiore dislivello viene sostituito da una rada vegetazione arborea a quercia vallonea e da arbusti di terebinto.

 

La zona immediatamente interna si caratterizza per un paesaggio rurale dominato da affioramenti di rocce calcaree, da piccoli appezzamenti di terreno delimitati dai muretti a secco e dalla presenza di pajare immerse tra olivi, fichi, perastri e macchia mediterranea.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Il toponimo potrebbe essere un prediale e derivare dal nome latino di persona "Tegius" (o "Tibius") con l'aggiunta del suffisso -"ano" che indica appartenenza. Il nome è riferibile a un centurione romano, al quale furono assegnate queste terre nella ripartizione delle conquiste romane.

Altre ipotesi fanno derivare l'etimologia dal latino "Tegia", che significa deposito di paglia, o ancora dal dio Giano, raffigurato nello stemma civico del paese.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Tiggiano
Stemma di Tiggiano

Sullo stemma di Tiggiano è raffigurato il dio bifronte Giano con il centurione Tito.

 

Sicuramente in questo modo gli antichi abitanti di Tiggiano hanno voluto indicare con evidenza la loro provenienza romana, nonché garantirsi protezione e benevolenza da parte del dio stesso. La leggenda vuole che Tito prima di partire in guerra avesse promesso che in caso di vittoria avrebbe eretto un tempio nella zona da lui conquistata. Mantenne la promessa e col tempo sorse un vero e proprio casale attorno al tempio e il suo ritratto insieme a quello di Giano vennero dipinti sullo stemma del paese. Giano rappresenta le "do facci" (“due facce”), che è il soprannome degli abitanti di Tiggiano.

 

Le origini e la storia

Roberto d'Angiò
Roberto d'Angiò

L'origine di Tiggiano è da ricondurre al periodo della conquista romana del Salento, in seguito alla quale i territori furono ripartiti e assegnati ai centurioni romani. Successivamente accolse i superstiti del vicino casale di "Valiano", distrutto durante una incursione barbarica.

I primi riferimenti scritti risalgono a un documento cartaceo del 1270 in cui Tiggiano entra a far parte della Contea di Alessano e del Principato di Taranto. Con l'arrivo degli Angioini nell'Italia Meridionale, il re Roberto d'Angiò concesse il feudo di Tiggiano al nobile francese Rodolfo De Alneto, per il sostegno apportato all'esercito angioino. Nel 1309 passò sotto il controllo della nobile famiglia otrantina degli Arcella, che costruirono una propria dimora signorile stabile, edificando una corte fortificata con torri e mura merlate. Successivamente si succedettero gli Orsini Del Balzo, i Gonzaga, i Brayda, i Trane e i Gallone di Tricase, i quali, nella persona del barone Don Stefano Gallone, nel 1640 vendettero il feudo al medico e filosofo Angelo Serafini da Morciano. I Serafini, che nel 1740 si legarono attraverso un matrimonio alla famiglia Pieve-Sauli di Gallipoli, ottennero nel 1641 il titolo di barone e governarono sino al 1806, anno di eversione della feudalità. A questa famiglia si deve la costruzione, su antiche strutture difensive, dell'omonimo palazzo seicentesco dotato di un giardino all'italiana e di un bosco di lecci.

 

Personaggi illustri

Dame Helen Mirren, nata Elena Vasil'evna Mironova (Hounslow, 26 luglio 1945) è una regista e attrice britannica, premio Oscar 2007 come miglior protagonista femminile per il film "The Queen". Ha acquistato una masseria nelle campagne del paese.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa di Sant'Ippazio
19 gennaio
Grande partecipazione di devoti alle funzioni religiose e alla grande fiera considerata la prima fiera, dell'anno contadino.

SAGRE
Sagra della Pastinaca
18 gennaio
Nella mattinata del 18 gennaio si svolge la tradizionale fiera di animali, di attrezzi per l'agricoltura e di prodotti ortofrutticoli, tra i quali la shishela (la giuggiola, nel vernacolo locale) e la pestanaca, tipica varietà di carota dal colore giallo-viola.

Sagra della pittula
7 dicembre
Si svolge la vigilia dell'Immacolata, importante appuntamento per la degustazione di questo tipico piatto natalizio della tradizione locale, in un'atmosfera pre natalizia con canti e musiche salentine.

EVENTI
Babbo Natale vivente
24 dicembre
Carico di doni che la cittadinanza si scambia, percorre le vie del paese per la consegna, in costume tradizionale, accompagnato da musiche natalizie creando un clima di serenità e bontà.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Il sabato.

 

Località di mare

Tiggiano Mare

Tiggiano Mare
Tiggiano Mare

La scogliera di Tiggiano si trova nelle vicinanze di Torre Nasaparo nella provincia di Lecce.

Si inserisce nel contesto del Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase. Le origini di questa località sono molto antiche, alcune fonti la vogliono fondata dal centurione Titio.

E' un tratto di costa molto suggestivo grazie alla scogliera che scende digradante verso il mare, immersa nella macchia mediterranea.

 

Torri costiere

Torre Nasparo

Torre Nasparo
Torre Nasparo

Torre Nasparo è un'opera di fortificazione e di difesa della costa adriatica, costruita nel 1565 durante la dominazione spagnola. La torre ha una base troncoconica, il cui diametro alla base è di 11 metri, dal cordolo in su assume una forma cilindrica.

È realizzata con pietre non squadrate e con dime verticali in conci regolari. Nella parte superiore, quasi completamente diroccata, esistono conci regolari esterni. Dal piano agibile si può vedere all'interno una cisterna con copertura a botte e le tracce di un colatoio. Nel corso dei secoli ha assunto diverse denominazioni: Figiano, Lizzano, Lissiano, Naspade, Naspre, Naspere, Torre di Naspre, Torre de Naspre, Naspara ed infine Nasparo. Posizionata su un alto sperone roccioso, comunicava visivamente con Torre Palane, a nord, e con Torre Specchia Grande, a sud.

 

Monumenti e luoghi di interesse

Tiggiano presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Ippazio Antonio Morciano (lista civica)

dal 26.05.2014

Altitudine

128 m s.l.m.

Superficie

7,5 km²

Popolazione residente

2.894 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 385,87 ab./km²
Estensione comunale 8 km²
Frazioni, Marine, Località
-
Codice postale

73030

Prefisso telefonico

0833

Targa

LE

Denominazione abitanti

Tiggianesi

Santo patrono
Sant'Ippazio Vescovo e Martire
Festa patronale

19 gennaio

Mercato settimanale Sabato

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo