Tricase

Tricase - La piazza
Tricase - La piazza

 

Tricase è comune italiano di 17.737 abitanti della provincia di Lecce. Situato nel Capo di Leuca, a 53,4 km dal capoluogo provinciale, include un tratto della costa orientale del basso Salento. Fa parte del Consorzio Intercomunale Capo Santa Maria di Leuca, aderente al club dei borghi autentici d'Italia. Parte del suo territorio ricade nel Parco naturale regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

 

Frazioni: Depressa, Lucugnano.


Rioni: Caprarica del Capo, Marina Serra, Tricase Porto, Sant'Eufemia, Tutino.

 

Territorio

Quercia dei Cento Cavalieri
Quercia dei Cento Cavalieri

Il territorio del comune di Tricase, che occupa una superficie di 42,64 km² nella parte meridionale della provincia di Lecce, rientra nella cosiddetta Regione delle serre salentine, per via delle modeste formazioni collinari che ne costituiscono la fisionomia orografica. Nell'insieme il territorio è prevalentemente pianeggiante; l'altimetria è compresa tra i 0 e i 135 metri sul livello del mare. Il territorio comunale insiste su sabbioni pliocenici (carparo), che si estendono a sud verso la Masseria del Mito, e ad est e a sud, dove si addossano al calcare compatto, risalente all'Eocene, della Serra di Caprarica del Capo. Inoltre presso la frazione di Lucugnano si trovano sabbie argillose di colore giallo che hanno favorito lo sviluppo della lavorazione della terracotta, peraltro attività di rilievo nell'economia locale.

 

Posizione del comune di Tricase nella provincia di Lecce
Posizione del comune di Tricase nella provincia di Lecce

Dall'ottobre 2006 parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

 

Di particolare interesse naturalistico sono le querce vallonee, esemplari di alberi unici in tutta l'Europa occidentale, esistenti solo nel Salento e nei Paesi Balcanici.

 

Il litorale, alto e frastagliato, è interessato dalla presenza di grotte calcaree, come la Grotta Matrona, e di piccole insenature. La costa tricasina, estesa per circa 8 km dalla Torre del Sasso a levante sino al promontorio del Calino a ponente, comprende le due località di Tricase Porto e Marina Serra.

 

clicca sul banner

Cenni storici

Le origini del nome

Tricase, anticamente denominato Treccase, poi Trecase, successivamente Tricasi o Tricasium, deve il suo nome all'unione di tre casali differenti che, unendosi, diedero origine ad un unico nucleo abitativo. L'etimologia più accreditata tuttavia traduce il nome Tricase come inter casas, vale a dire, un paese formatosi in mezzo ad altri casali.

 

Emblema dello stemma

Stemma di Tricase
Stemma di Tricase

Lo stemma di Tricase è diviso in due sezioni verticali. Nella parte sinistra sono rappresentate tre case con le tegole mentre sul lato destro è presente un albero di pino marittimo sovrastato da una stella.

Le tre case rappresentano i tre casali che nell'anno 1000 decisero di unirsi a scopi difensivi e dare vita ad un unico paese.

Intorno al 1850 venne aggiunto anche l'albero e una stella del mattino, alla quale gli antenati avevano affidato la protezione del paese.

 

Le origini e la storia

Tricase antica
Tricase antica

Tricase sorge in una zona ricca di testimonianze preistoriche e megalitiche (menhir, specchie, ecc.). Mancano documenti attendibili per risalire alle primitive vicende di Tricase, che rimangono legate esclusivamente ad alcune versioni, secondo le quali, tra il X e l'XI secolo, esistevano tre casali che, unendosi, determinarono la nascita del primo nucleo abitativo dell'odierna Tricase. Sebbene molti storici sono concordi con questa ipotesi, diversamente lo sono per i nomi dei tre casali: per lo storico Luigi Tasselli i casali si chiamavano Trunco, Monesano e Amito Cuti; per Antonio Micetti Menderano, Voluro e San Nicola; per Girolamo Marciano Abatia, Trunco e Manerano, per Michelangelo d'Elia Trunco, Manerano e Voluro.

Le prime informazioni certe si hanno a partire dalla fine del XII secolo, quando era feudatario un certo Demetrio Micetti, i cui successori furono spodestati da Carlo I d'Angiò, dopo la Battaglia di Benevento del 1266, perché sospettati di aver appoggiato gli Svevi. Il feudo di Tricase venne ceduto a Nasone de Galerato verso il 1270, passò poi ad Angelo de Cafalia e in seguito a Goffredo de Lavena.

Successivamente fu incluso nel Principato di Taranto e nel 1401 fu concesso in feudo a Raimondello Orsini Del Balzo da Ladislao di Durazzo, re di Napoli. A Raimondello successe il figlio Giovanni Antonio che governò fino al 1419, anno in cui il feudo fu acquistato da Baldassarre ed Antonello Della Ratta. Nel 1480 subì i saccheggi dei Turchi che riuscirono ad espugnare la città di Otranto (Battaglia di Otranto). Dopo il 1540, il casale di Tricase passò da Ludovico Benavola di Napoli a Pirro Castriota-Scanderbeg, nobile famiglia di origine albanese, e nel 1569 fu venduto a Federico Pappacoda, al quale successe il figlio Cesare. Da Cesare Pappacoda passò, nel 1588, a Scipione Santabarbara che, a sua volta, la rivendette il 20 dicembre dello stesso anno ad Alessandro Gallone, i cui discendenti lo possedettero fino al 1806, anno di eversione della feudalità. I Gallone si fregiarono del titolo di Principi, ottenuto a Madrid il 24 marzo del 1651 da Filippo IV di Spagna. Di questa importante Famiglia si ricorda che Maria Bianca Gallone, ultima Principessa di Tricase, è morta nel 1982.

 

Personaggi illustri

Giuseppe Pisanelli (Tricase, 23 settembre 1812 – Napoli, 5 aprile 1879) è un patriota, giurista e politico.

Alfredo Codacci Pisanelli (Firenze, 1861 - Roma, 1929) è un politico.

Vito Raeli (Tricase, 1880 - Tricase, 1970) è un avvocato, musicologo e musicista.

Luigi Ratiglia (Tricase, 1888 - Parma, 1935) è un musicista di musica lirica, sinfonica e strumentale; nonché professore di contrabbasso.

Girolamo Comi (Casamassella, 23 novembre 1890 – Lucugnano, 3 aprile 1968) è un poeta e letterato; a Lucugnano ha dato vita alla nota Accademia Salentina e alla rivista letteraria l'Albero.

Giovanni Panico (Tricase, 12 aprile 1895 – Tricase, 7 luglio 1962) è un cardinale e arcivescovo cattolico.

Giuseppe Codacci Pisanelli (Roma, 28 marzo 1913 – Roma, 2 febbraio 1988) ricopre la carica di sindaco del Comune di Tricase per due mandati (1963 e 1966). Molteplici sono i suoi impegni in politica e non; infatti è membro dell'Assemblea costituente, più volte deputato, ministro della difesa nell’8° gabinetto De Gasperi, esponente politico di spicco della Democrazia Cristiana, dal 1962 al 1968 è Rettore dell’Università del Salento, libero docente in diritto amministrativo, magistrato, pretore di Tricase, presidente dell'Unione Interparlamentare e ministro per i rapporti con il Parlamento nei governi Fanfani e Leone.

Antonio Santacroce (Tricase, 1917 - Losanna, 1972) è un clinico, chirurgo, libero docente in ortopedia, insigne studioso sulla lussazione congenita dell’anca e sulla osteogenesi perfetta e scrittore.

Edoardo Winspeare, all'anagrafe Edoardo Carlo Winspeare Guicciardi (Klagenfurt, 14 settembre 1965) è un regista cinematografico, sceneggiatore e attore. Risiede nella frazione di Depressa.

 

Feste e tradizioni locali

FESTE PATRONALI
Festa  di San Vito Martire
9-10-11 agosto
I solenni festeggiamenti, civili e religiosi, in onore a San Vito Martire, Patrono di Tricase, tradizionalmente si svolgono nei giorni 9, 10 e 11 agosto (nonostante la ricorrenza sia il 15 giugno). La religiosa ricorrenza è considerata dai Tricasini l'appuntamento più importante ed atteso dell'anno.


Festa di Sant'Antonio
11-12-13 giugno
Molto forte anche a Tricase la devozione per Sant'Antonio per il quale viene fatta una "tredicina itinerante". La statua del Santo appartenente alla chiesa dei Cappuccini, nell'arco della mattinata del giorno 12, fa tappa in diverse chiese del paese fino ad arrivare, alle 18,30, presso la chiesa parrocchiale dalla quale ha inizio la processione che porta per le vie di Tricase anche una reliquia del Santo fino al sagrato della chiesa stessa, accompagata dalla banda Città di Tricase. Giornate all'insegna del divertimento e festeggiamenti con musica della banda e quella popolare salentina e si chiude con uno spettacolo pirotecnico.

FIERE
Fiera dei SS. Pietro e Paolo
29 giugno
Stand gastronomici e musica accompagnano tutto lo svolgimento di questa festa, che vede anche la presenza tipica del mercato del bestiame.

Fiera della Madonna del Gonfalone
22 agosto
Nel Rione di Sant'Eufemia, frazione di Tricase, vicino Santa Maria di Leuca, ogni anno, il 22 agosto si tiene la Sagra della Madonna del Gonfalone.

E' una fiera caratteristica di Tricase che porta a scoprire le bellezze della Cripta della Madonna del Gonfalone nelle vicinanze della quale in antichità i principi Gallone regolavano le controversie con i sudditi del proprio feudo.

Fiera di Santa Lucia
13 dicembre
Durante la fiera di Santa Lucia l’usanza delle bancarelle natalizie è molto sentita e popolare: tutti gli artigiani mettono in esposizione i loro lavori fatti a mano, statuette di legno, personaggi del presepe, candele, nastri e decorazioni di tutti i tipi per addobbare le case. Ad allietare l’atmosfera ci saranno musica e canti natalizi.

EVENTI
Salento International Film Festival
Settembre
Nato nel 2004 nel Salento, la Porta D'Oriente, da sempre centrifuga di culture e tradizioni, è un Festival internazionale di Cinema consacrato alla produzione indipendente: una formula innovativa che si caratterizza per l'alta qualità dei contenuti e di un attento lavoro di ricerca sulle espressioni culturali contemporanee.

Da alcuni anni, il SIFF organizza ogni anno un tour nel Mondo, con il quale presenta in destinazioni quali Zurigo, Londra, Hong Kong, e dal 20123 anche Mosca e San Pietroburgo, una selezione del suo "SIFF Best of the Fest". L’evento permette ai lavori migliori presentati al Festival di riproporsi ad un pubblico internazionale, all’interno di sedi prestigiose, quali Istituti Italiani di Cultura nel mondo o Sale Cinematografiche di prestigio, guadagnando quella visibilità che spesso è negata alle produzioni indipenden

Il festival è organizzato dall’associazione Salento Cinema. Con il sostegno della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e del Comune di Tricase.

Tricase Comics
Seconda metà di maggio
Tre giorni nel segno del fumetto, da quello di tradizione italiana al manga made in Giappone. Con ospiti prestigiosi, per chi di comics se ne intende.

Mostra dell'Artigianato locale
Luglio-Agosto
Da quasi dieci anni nella nostra cittadina, nel mese di agosto, si svolge l'Itinerario dell'Artigianato Artistico e Agroalimentare organizzato dagli Assessorati alle Attività Produttive e alla Cultura del Comune di Tricase. Alla manifestazione prendono parte circa un centinaio di espositori provenienti dai Comuni limitrofi e da diverse parti del Salento. L'atteso appuntamento annuale è ritenuto una vera e propria "Festa dell'Artigianato", sia per la qualificata presenza degli espositori che per la continua e numerosa partecipazione dei visitatori salentini e forestieri.

Concorso Canoro "De Finibus Vocis"
Agosto

Presepe Vivente
Dicembre
Fra i Presepi Viventi del Salento quello di Tricase, per suggestione e grandezza, è certamente uno dei più importanti ed apprezzati. Sin dal lontano 1976 alcuni volenterosi cittadini si sono fatti promotori, organizzatori e realizzatori di un caratteristico Presepe Vivente nel ricordo dell'importante evento storico e religioso della Natività. Il tradizionale presepe è allestito presso la nota località "Monte Orco", situata sulla splendida collina di Sant'Eufemia, borgo di Tricase. Anno dopo anno sono state realizzate e completate le strutture che hanno caratterizzato la "Città di Betlemme", così come battezzata dalla stampa nazionale, rendendo sempre più il Presepe tricasino interessante e suggestivo.

MERCATO INFRASETTIMANALE
Tricase: centro martedì - zona 167
Depressa: venerdì - piazza Castello
Lucugnano: giovedì - piazza Comi

 

Masserie

Masseria Bosco Alto

Masseria Bosco Alto
Masseria Bosco Alto

Costruita nel diciottesimo secolo su precedenti insediamenti le cui origini si perdono nei secoli, dedicata alla produzione di olio e alla pastorizia, la Masseria Bosco Alto è stata completamente ristrutturata in pietra leccese, tufo e marmo di Trani, coniugando il rispetto assoluto della sua storia e delle sue caratteristiche.

 

Masseria Uccio

Masseria Uccio
Masseria Uccio

Nel basso Salento, a due passi dal mare Adriatico, non distante dalla Puglia dei trulli, la Masseria Uccio rappresenta il tipico esempio architettonico di una masseria pugliese. E’ una masseria a corte ristrutturata nel pieno rispetto delle sue origini e dello spirito del luogo. Luogo ideale di vacanza per gli amanti del turismo rurale, è una delle poche masserie in Puglia con vista sul mare: i lidi più vicini distano solo tre chilometri, facilmente raggiungibili in auto o, per i volenterosi, in bici. Si potrà godere della vista di pajare, muretti a secco e antiche masserie attraversando le numerose stradine di campagna.

 

Località di mare

Marina Serra

Marina Serra
Marina Serra

La località Marina Serra è situata nella parte meridionale del comune di Tricase, sulla costa. È delimitata a sud dal Promontorio del Calino, a ovest dalla strada che collega Otranto a Leuca e a nord dall'altra frazione di Tricase, Tricase Porto.

Il litorale è caratterizzata da una costa alta e rocciosa, con scogli spesso a strapiombo sul mare; è ricca di piccole insenature frequentate da turisti e dagli stessi abitanti del posto, che prendono vari nomi (come Lavaturo e Acqua Viva) e grotte molto suggestive, spesso solo accessibili via mare. In una delle cale che costellano la costa, è presente un piccolo porticciolo di pescatori.

 

Tricase Porto

Tricase Porto
Tricase Porto

Il centro abitato di Tricase Porto è delimitato a sud dal rione di Marina Serra, a ovest da una delle serre salentine del comune di Tricase e a nord dal promontorio su cui si eleva la Torre del Sasso.

È attraversata dalla strada che collega Otranto a Santa Maria di Leuca, la quale percorre tutto il litorale. La costa è prevalentemente bassa e rocciosa, ricca di grotte e piccole insenature. In una di queste vi è un porto risalente al XV secolo, a cui ne è stato affiancato un altro più piccolo per le barche di diporto.

 

Torri costiere

Torre del Sasso

Torre del Sasso
Torre del Sasso

Torre del Sasso (o Torre del Mito) è un'opera di fortificazione e di difesa della costa adriatica salentina, situata nel territorio del comune di Tricase, in provincia di Lecce.

Ricade nel Parco naturale regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

 

Torre del Porto di Tricase

Torre del Porto di Tricase
Torre del Porto di Tricase

La torre, costruita da Carlo V nel 1532, sorgeva a nord dell'insenatura del porto, sulla punta denominata Pizzo Cannone. Venne bombardata nel 1806 dagli inglesi e al suo posto fu posizionato un cannone, di cui non rimane traccia. Comunicava visivamente a nord con Torre del Sasso e a sud con Torre Palane.

 

Torre Palane

Torre Palane
Torre Palane

Torre Palane fa parte del sistema di torri costiere della penisola salentina, edificate nel XVI secolo come posto di guardia e difesa della costa dalle incursioni saracene. La torre, costruita con blocchi di arenaria estratti in loco, si eleva per 15 m in altezza ed è posta a 15 m s.l.m. Possiede una base troncopiramidale leggermente scarpata e, sopra il cordolo, prosegue con un corpo centrale parallelepipedo coronato da beccatelli. Sul lato monte vi è una sopraelevazione dotata di caditoia per la difesa della porta di accesso al primo piano, trasformata in finestra dopo l'apertura di una porta alla base. Comunicava visivamente a nord con Torre del Porto di Tricase e a sud con Torre Nasparo.

 

Monumenti e luoghi di interessi

Tricase presenta sul suo territorio architetture che testimoniano la sua importanza storica e culturale. Di seguito una galleria fotografica con i luoghi di maggiore interesse.

 

Scheda tecnica

Provincia
Lecce
Sindaco

Antonio Giuseppe Coppola

(centro-sinistra) dal 21.05.2012

Altitudine

98 m s.l.m.

Superficie

42,64 km²

Popolazione residente

17.640 (dato ISTAT al 01.01.2014)

Densità 413,70 ab./km²
Estensione comunale 43 km²
Frazioni, Marine, Località

Caprarica del Capo, Depressa,

Lucugnano, Marina Serra,

Sant’Eufemia, Tricase Porto, Tutino

Codice postale

73039

Prefisso telefonico

0833

Targa

LE

Denominazione abitanti

Tricasini

Santo patrono
San Vito
Festa patronale

9 agosto

Mercato settimanale

Tricase - martedì

Depressa - venerdì

Lucugnano - giovedì

 

Sito Istituzionale

 

Meteo

Dove siamo